Sprecare significa, letteralmente, “mandare in malora”.

Lo spreco riguarda tutto ciò che ci circonda: non solo il cibo che compriamo, ma anche gli oggetti che possediamo, le risorse del nostro pianeta, il tempo che ci è dato.
Le nostre scelte hanno una risonanza molto più ampia di quello che possiamo immaginare, che va al di là del “qui e ora”: ecco perché ogni volta che sprechiamo qualcosa mandiamo in malora anche le speranze di riscatto degli ultimi e dei bisognosi.

La condizione di povertà in cui vivono milioni di persone e il nostro spreco sono due facce della stessa medaglia.

I libri #IOSPRECOZERO nascono dal bisogno di affermare che la dignità di chi è meno fortunato di noi passa anche dal trattare con rispetto ciò che abbiamo, senza sprecarlo.
Ciascuno di noi può fare la sua parte, partendo dalle piccole abitudini quotidiane e da quei gesti che compiamo senza nemmeno pensarci, su cui i libri #IOSPRECOZERO ci invitano a riflettere.

La parola chiave dei tre volumi è “condivisione”, ed è grazie a questa che siamo giunti, in questi anni, al concetto di Sharing Humanity, andando oltre all’ormai nota Sharing Economy. Perché c’è molto di più del risparmio e della condivisione delle risorse: c’è la vera condivisone, il “dividere-con”, un vero e proprio stile di vita che ci fa vivere insieme agli altri, agli ultimi, per cercare di creare un futuro più accogliente e giusto.

L’idea di #IOSPRECOZERO è quella di provarci insieme.

Solo pensando al nostro impegno che va a sommarsi a quello di molti altri, ai nostri piccoli sforzi che diventano le buone abitudini della collettività, capiamo la portata di tutto questo. Capiamo che, insieme, possiamo davvero cambiare le cose.

I dati dello spreco

CIBO

Spreco di cibo

1.300.000.000

di tonnellate smaltite come rifiuto.
¼ basterebbe a sfamare chi non ha da mangiare.

(dati FAO – 2016)

Il cibo che buttiamo via è come se lo avessimo rubato dalla mensa di chi è povero, di chi ha fame.

Papa Francesco

OGGETTI

Spreco di Cose.

487 kg

di rifiuti solidi urbani prodotti in un anno da ogni italiano di cui solo il 50% viene differenziato.

(dati Eurostar – 2016)

Tutto si trasforma, nulla si distrugge.

Antoine-Laurent de Lavoisier

RISORSE

Spreco di energia

1 agosto 2018

“Overshoot Day”
il pianeta ha esaurito le sue risorse annuali.

24 maggio 2018
l’Italia ha esaurito le risorse rinnovabili del Paese.

Abbiamo perso il concetto che ciò che abbiamo è di tutti e ognuno deve prenderne solo una parte.

Don Oreste Benzi

TEMPO

Spreco di tempo

5 ore

libere al giorno di cui:
1 ora e ½ davanti alla TV.
1 o 2 ore su internet.

(dati ISTAT – 2016)

Coloro che amano sono inventivi, non stanno mai fermi, s’impegnano; coloro che non amano perdono tempo senza concludere niente.

Don Oreste Benzi

La fame nel mondo e lo spreco sono due facce della stessa medaglia.

Per questo sono nati i libri #iosprecozero, per imparare a non sprecare più nulla, dal cibo alla vita.