Perché parliamo di spreco?

 

Sprecare significa, letteralmente, “mandare in malora”.

Lo spreco riguarda tutto ciò che ci circonda: non solo il cibo che compriamo, ma anche gli oggetti che possediamo, le risorse del nostro pianeta, il tempo che ci è dato.
Le nostre scelte hanno una risonanza molto più ampia di quello che possiamo immaginare, che va al di là del “qui e ora”: ecco perché ogni volta che sprechiamo qualcosa mandiamo in malora anche le speranze di riscatto degli ultimi e dei bisognosi. 

 

La condizione di povertà in cui vivono milioni di persone e il nostro spreco sono due facce della stessa medaglia.
I libri #IOSPRECOZERO nascono dal bisogno di affermare che la dignità di chi è meno fortunato di noi passa anche dal trattare con rispetto ciò che abbiamo, senza sprecarlo.
Ciascuno di noi può fare la sua parte, partendo dalle piccole abitudini quotidiane e da quei gesti che compiamo senza nemmeno pensarci, su cui i libri #IOSPRECOZERO ci invitano a riflettere.

 

 

L’idea di #IOSPRECOZERO è quella di provarci insieme. 
Solo pensando al nostro impegno che va a sommarsi a quello di molti altri, ai nostri piccoli sforzi che diventano le buone abitudini della collettività, capiamo la portata di tutto questo. Capiamo che, insieme, possiamo davvero cambiare le cose.
 

IL 22 E 23 SETTEMBRE IL SECONDO VOLUME
TI ASPETTA NELLE PIAZZE DI TUTTA ITALIA!

Restituire alle cose il loro giusto valore significa vivere la quotidianità in modo più consapevole, per agire con responsabilità nei confronti del nostro destino comune e rispettare la dignità di chi soffre.

 



Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK

Loading…