IL 22 E 23 SETTEMBRE NELLA TUA CITTÀ
UN PASTO AL GIORNO

PERCHÉ LA DIGNITÀ RIPARTE DA QUI

Un uomo non è solo ciò che mangia. Ma un uomo che non mangia non è più neanche un uomo.
Partiamo da qui per ricostruire la dignità degli ultimi e restituirgli un futuro di integrazione, educazione, lavoro. Ogni anno dobbiamo garantire 7.500.000 di pasti a tutte le persone con cui viviamo e con cui, ogni giorno, sediamo alla stessa tavola in Italia e nel mondo.

 

Il 22 e 23 settembre saremo nella tua città per restituire loro dignità e un futuro.
 

Ma perché aspettare? Anche tu puoi fare la tua parte.
Attiva ora un banchetto online per sostenere Un Pasto al Giorno.

UN PASTO AL GIORNO
sette MILIONI E MEZZO L'ANNO
0
PAESI DEL MONDO IN CUI VIVIAMO
0
REALTÀ DI ACCOGLIENZA NEL MONDO
0

CENTRI NUTRIZIONALI E MENSE NEL MONDO

0

SENZA DIMORA ACCOLTI IN ITALIA

Tutti i giorni puoi cambiare la vita di chi non ha nulla. Non sprecare l’occasione di aiutare!

STORIE DI DIGNITÀ E CIBO

Un pasto è solo il primo passo per ricostruire la dignità degli ultimi.
Poi ci sono l’educazione, il lavoro, la casa, la famiglia, gli affetti.
Solo così le persone che incontriamo e accogliamo possono trovare il loro posto nella società.
Come è successo a loro.

Gianni
Gianni è un fratello, non un errore

Gianni era un delinquente e un alcolizzato. Una vita per strada, in compagnia di altri delinquenti. Beveva per non sentire il freddo e per non pensare.

Salvatore
Le mani brutte e il cuore bello

Scrive con una calligrafia che è solo sua: la “f” è un nastro annodato, la “b” sembra una chiave di violino, consegnando al mondo i suoi sentimenti.

Raquel
Le abilità per costruirsi un futuro

Raquel è una ragazza sordomuta.
E' cresciuta in mezzo alla violenza, e anche se non poteva sentire, vedeva ogni giorno suo padre aggredire sua madre.





Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK

Loading…